"Io, brigante calabrese" di Antonio Grano

Pubblicato da Andrea Satriani | Etichette: , | Posted On mercoledì 17 novembre 2010 at 8:22 AM


Memorie di un internato nel lager piemontese di Fenestrelle (1860-1870)
DRAMMA IN TRE ATTI

ATTO PRIMO

Mala tempora...
“Vinni cu vinni e c’è lu triculuri,
vinniru milli famusi guerreri. Vinni
‘Aribardi lu libbiraturi, ‘ntra lu so’
cori paura nun teni”.

-Da Plombiers con orrore
-Marionette, pupi e pupari
-Si chiama Camillo-Paolo-Filippo-Giulio... e pure
Benso, Conte di Cavour!
-I have a dream
-Si alzi il sipario
-Intermezzo garibaldese
-Una nullità intellettuale
-Garibaldi, le “potenze demoplutocratiche” del XIX Secolo, la Marcia su Roma e l’uomo della Provvidenza
-Vai avanti tu...
-Voglio una vita spericolata
-Saint Simon, mon amour
-Il fedelissimo
-Un cavallo chiamato Marsala
-L’esercito di Garibaldiello
-Tangentopoli risorgimentale
-All’arrembaggio!
-Profumo di zolfo
-Terra!
-England uber alles
-Si fa qui l’Italia?
-Pupi e pupari a Palermo
-Lanza, chi era costui?
-Palermo speaks English
-Ahi, Milazzo, Milazzo!
-Delenda Trinacria
-Tutti con Garibaldi i calabresi
-La beffa di Rogliano
-Ahi, Morelli, Morelli
-E poi li chiamano briganti
-La resa di Soveria
-Calabria, inginocchiati!
-Ahi Cosenza, Cosenza...
-Ciao ciao Calabria
-A Chi Napoli? A Lui
-Il Grande Fratello
-Cavour contro Garibaldi: una sporca guerra
-Alle spalle del dittatore
-Orrore a Isernia
-La guerra continua.
-L’assordante silenzio delle nazioni “libere”.
-Volturno, Volturno!
-Maestà, vi porto l’Italia frantumata!
-La ricreazione è finita
-Lo “storico incontro”
-Apparizine, apparizione!
-Garibaldi fu fregato
-Ma c’è o ci fa?
-A las cinco de la tarde: Banderilleros y matadores

ATTO SECONDO
Delenda Terronia! “Li tradimenti vannu vendicati!, mi dissi e po’ sparìu all’improvvisu. A cu’ mali m’ha fattu ci ‘ndi fici, a cu’ mi fici beni, dèssi paci. No, nun è peccatu -lu proverbiu dici- fari la guerra a cu’ guerra ti faci!”.

-Anteprima di stato d’assedio
-Resistere, resistere, resistere.
-Le potenze degli inferi prevarranno
-Delenda Gaeta
-Come muore un fellone
-Landi Francesco, chi era costui?
-Da Gaeta con orrore
-Un macellaio chiamato Cialdini.
-18 Dicembre. Sta pe’ trasì Natale...
-L’annessione democratica e il trionfo della follia
-La provincia di Garibaldi
-Per grazia ricevuta
-Come nasce una “questione”
-Come nasce l’assistenzialismo...
-... e il clientelismo:
-Una piccola Buchenwald sabauda
-Un fenomeno chiamato insorgenza
-Lord Henry Lennox, testimone oculare
-I castagnesi
-Povera Serafina
-Arieccolo!
-Garibaldi fu spedito
-Garibaldi fu scaricato
-Garibaldi fu pentito
-Giuseppe Govone, carnefice, pentito e suicida
-Ahi, Pica, Pica!
-Bastone o carota?
-Crocco
-Marx, il granatico e il brigantaggio
-Briganti se nasce o se more?
-Delenda Terrae Laboris
-Piaghe sanguinanti
-L’Italia che non c’è
-Ma che bravi, i Bravi
-A’ la guerre comme à la guerre.
-Il censimento di Cosenza
-A chi la taglia?
-Calavrisella mia
-La”brigantella” di Mandatoriccio
-Lamento per la morte di Pietro Monaco
-Turdilli e scalilli: l’ultima cena
-La primula rossa della Sila
-Intrigo a Spezzano Albanese: briganti e manutengoli
-Pietro Fumel: “Fosco nome di una fosca storia”
-Il bando di Cirò
-Hanno ammazzato Michelina
-Da Wounted Knee a Sand Creek

ATTO TERZO

Vae victis! “Sciuri di granu... sciuri di granu... dicitimi: è o nun è ‘nu fattu stranu? Nasciu ‘n Calabria, e sugnu... ‘talianu!?”.

-Una sceneggiata... plebiscitaria
-Calabresi, al voto (truccato)!
-I gatti e le volpi
-Federalismo vo cercando
-Il primato della civiltà
-L’avanguardia della Scienza
-Capitale della Cultura
-Made in Napoli
-Napoli del Welfare
-Pietrarsa
-Il monumento sul Garigliano
-Mongiana, mon amour
-Signore ascolta...
-Un esperimento troncato sul nascere
-Ecce Homo!
-Lo chiamarono esercito di Franceschiello
-Torino ladrona!
-Marx e l’accumulazione originaria del capitale: prove
tecniche di imperialismo savoiardo.
-La “spinta propulsiva”
-Pietà di noi, Signore
-Me ne vogl’ ‘i all’America
-Tangentopoli post-risorgimentale
-Nord e Sud uniti nella mafia
-I nuovi barbari
-Morte e desolazione
-La mattanza prossima ventura
-Il trionfo del negazionismo
-Biondi, alti e con gli occhi azzurri
-Vade retro, straniero!
-Vade retro, Padania!
-Schiavi si nasce, si muore.. o si diventa?
-Qua si campa d’aria (Omaggio a Otello Profazio)
-Dignità vo’ cercando
-Il cuore pulsante della mafia
-La Storia negata
-La chiamano sindrome di Stoccolma
-‘Nu guappo ‘e cartone
-Profezie di guerra, profezie di morte
-La comica finale
-Il sipario si chiude
-Dies Irae
-Il proclama della Nobiltà

EPILOGO

“Omme se nasce, brigante se more, ma fin’ all'ultime avimm' ‘a sparà. E se murimme menate ’nu sciore e ‘na preghiera pe' 'sta libbertà”.
-Addio, madre mia

FINE

Distribuito da www.ilmiolibro.it
Gruppo Editoriale L’ Espresso
Pag. 252
Euro 13,81

Info:
antonio.grano@tin.it
www.antoniograno.it
347-6787-061

Comments:

There are 0 commenti for "Io, brigante calabrese" di Antonio Grano

Posta un commento