Guglielmo Satriani, il medico e l'uomo amante del mare

Pubblicato da Andrea Satriani | Etichette: , | Posted On martedì 25 gennaio 2011 at 9:01 AM

Il medico Guglielmo Satriani, classe 1952, scomparso prematuramente qualche giorno fa a Briatico, ha voluto tra sue ultime volontà, prima dell'ultimo saluto in chiesa, essere “portato alla sua marina”. Un volere mirato, un vero estremo atto d'amore verso uno dei suoi luoghi preferiti. Guglielmo Satriani nella sua vita, con la marina e con le barche, con la pesca e con il mare, ha avuto sempre un legame forte e viscerale. Lui, semplicemente Guglielmo, il medico, discendente della nobile antica famiglia dei Satriani, era un uomo di grande cultura. E al di là della sua professione - lavorava come direttore sanitario presso una struttura geriatrica di Monterosso, la casa protetta Villa delle Rose, e come guardia medica a Briatico - Satriani era una persona buona, amata da tutti, sensibile, modesta come poche, amante della grande storia raccontata dai libri e delle tante storie più piccole e sconosciute e da recuperare, dei misteri e delle conoscenze dell'astronomia, del fascino della simbologia araldica e delle ricerche genealogiche di tante famiglie nobiliari del vibonese. Tra i suoi tanti amici di sempre, quelli più "amici amici", l'avvocato Giacomo Franzoni, Antonio Ventrice, Giacomo Vallone e Pasquale Borello, con loro amava passare la domenica mattina, in un appuntamento fisso con sane discussioni in piazza, tra una passeggiata e l'altra, a parlare solo del più e del meno come traccia di consuetudine. Lui il dottore, umile e modesto, era il saggio del gruppo, con l'inseparabile sciarpa rossa al collo, con la sua filosofia di vita che affascinava i grandi e affabulava i piccoli. Ed ora, come tiene a sottolineare Antonio Ventrice, “piazza IV Novembre sente tanto l'assenza di Guglielmo, e, purtroppo, non potrà mai più essere la stessa piazza”.
Franco Vallone

Comments:

There are 2 commenti for Guglielmo Satriani, il medico e l'uomo amante del mare

Posta un commento